Breve storia della filosofia by Augusto Guzzo

By Augusto Guzzo

Show description

Read or Download Breve storia della filosofia PDF

Similar italian books

La caduta dell'aquila

Distinctiveness delle sue vittorie in Gallia e Britannia, Cesare ha passato il Rubicone e marcia su Roma. in keeping with impadronirsi della città sarà costretto a combattere contro l. a. sua stessa gente in battaglie che lo porteranno in Grecia, Asia, Egitto, e in cui dimostrerà ancora una volta l. a. sua grandezza. Da un autore bestseller, gli anni decisivi della vita del grande condottiero.

Il canto degli antenati. Le origini della musica, del linguaggio, della mente e del corpo

L'archeologo britannico Steven Mithen parte da un assunto: l. a. propensione a fare musica è uno dei più misteriosi, affascinanti e allo stesso pace trascurati tratti distintivi del genere umano. l. a. letteratura scientifica ha sottovalutato questo campo di studio, definendo l. a. musica come una tecnologia, un prodotto, creato unicamente a scopo ludico e ricreativo, e non come un adattamento selettivo.

Storia della Corea. Dalle origini ai giorni nostri

Docente di Lingua e letteratura coreana, a lungo residente in Estremo Oriente, autore di un libro di introduzione alla lingua coreana e di uno sulla storia della letteratura di quel Paese, Maurizio Riotto ripercorre in questo quantity los angeles storia della Corea. Partendo dalle stesse mitiche origini della nazione coreana, dal territorio e dalla lingua, l'autore dipinge l. a. grande avventura di un popolo di antica civiltà che, occupando da sempre un posto fondamentale nello scacchiere geo-politico dell'Estremo Oriente, contribuì alla formazione di quella cultura giapponese oggi nel mondo ben più conosciuta e apprezzata.

Extra resources for Breve storia della filosofia

Sample text

Partendo dal dg invece ero sicuro che poi anche la questione del presidente si sarebbe sbloccata. Come è accaduto. ]. ]. L'ho spiegato a Berlusconi e lui ha preso la palla al balzo. Urbani ricorda di conoscere Petruccioli «da 35 anni», da quando erano universitari insieme in Umbria. Poi negli anni Novanta si ritrovarono in Bicamerale, altra ineguagliabile palestra di inciuci: «Ci vedevamo a Milano, per scambiarci le nostre idee sulla situazione politica, per capire che cosa accadeva nella Quercia».

Lì, nel periodo milanese, che Petruccioli conosce Fedele Confalonieri. Poi, essendo giornalista, nel 1975 lo mandano all'«Unità». Prima come vicedirettore, poi come direttore. Nel 1982 è costretto a dimettersi per il falso scoop di Marina Maresca sul caso Cirillo. Deputato e poi senatore, è in Parlamento dal 1983, con due brevi intervalli, per cinque legislature. La prima volta nel 1983, dopo il caso Maresca, per garantirgli l'elezione tre big come Enrico Berlinguer, Stefano Rodotà e Massimo Riva lasciano la circoscrizione di Milano e si presentano altrove.

Petruccioli ha ottenuto il lasciapassare dopo una visita a casa Berlusconi, una prassi alquanto inusuale nel resto del mondo civilizzato. Qualcuno può immaginare un pellegrinaggio a Downing Street del presidente della Bbc? Con questa nomina si chiude infine la stagione dei professori e dei giornalisti, per tornare a un politico puro alla presidenza della prima azienda culturale italiana. Un bell'«indietro tutta», verso la prima Repubblica. Del resto era prevedibile, dopo la nomina di un consiglio d'amministrazione che è stato il trionfo del manuale Cencelli.

Download PDF sample

Rated 4.40 of 5 – based on 13 votes