Calabria...prendiamoli...per la gola.Guida al turismo by Giuseppina Bilotta

By Giuseppina Bilotta

Guida di enogastronomia tipica calabrese Гастрономическая экскурсия по Калабрии, Италия.Parliamo di Calabria ed il pensiero corre subito al sole ed al mare. Le uniche risorse- secondo i piu - di cui dispone questa regione, sotto alcuni aspetti, non moltofortunata. Trascurando altre risorse che natural potrebbero incrementare quel turismo,fatto fino advert oggi, dicevamo, soltanto di sole e di mare, e garantire un nontrascurabile contributo nella crescita del livello economico regionale. l. a. Calabriadispone, infatti, ma questa non e una novita, di un patrimonio gastronomico chenon poche regioni, anche tra le piu rinomate, consistent with quella che e los angeles loro produzioneagricola, advert essa invidiano. Una risorsa, quindi, che se convenientemente sfruttata,potrebbe rivelarsi, veramente, il toccasana dei non pochi mali di cui soffre unaterra pur ricca di storia e di arte.

Show description

Read or Download Calabria...prendiamoli...per la gola.Guida al turismo enogastronomico PDF

Best italian books

La caduta dell'aquila

Strong point delle sue vittorie in Gallia e Britannia, Cesare ha passato il Rubicone e marcia su Roma. in step with impadronirsi della città sarà costretto a combattere contro l. a. sua stessa gente in battaglie che lo porteranno in Grecia, Asia, Egitto, e in cui dimostrerà ancora una volta los angeles sua grandezza. Da un autore bestseller, gli anni decisivi della vita del grande condottiero.

Il canto degli antenati. Le origini della musica, del linguaggio, della mente e del corpo

L'archeologo britannico Steven Mithen parte da un assunto: l. a. propensione a fare musica è uno dei più misteriosi, affascinanti e allo stesso pace trascurati tratti distintivi del genere umano. l. a. letteratura scientifica ha sottovalutato questo campo di studio, definendo l. a. musica come una tecnologia, un prodotto, creato unicamente a scopo ludico e ricreativo, e non come un adattamento selettivo.

Storia della Corea. Dalle origini ai giorni nostri

Docente di Lingua e letteratura coreana, a lungo residente in Estremo Oriente, autore di un libro di introduzione alla lingua coreana e di uno sulla storia della letteratura di quel Paese, Maurizio Riotto ripercorre in questo quantity los angeles storia della Corea. Partendo dalle stesse mitiche origini della nazione coreana, dal territorio e dalla lingua, l'autore dipinge l. a. grande avventura di un popolo di antica civiltà che, occupando da sempre un posto fondamentale nello scacchiere geo-politico dell'Estremo Oriente, contribuì alla formazione di quella cultura giapponese oggi nel mondo ben più conosciuta e apprezzata.

Additional info for Calabria...prendiamoli...per la gola.Guida al turismo enogastronomico

Sample text

Perché il peperoncino, come ebbe a sentenziare il medico ungherese Izent Gyoragy, è ricchissimo di vitamina C. Una scoperta che valse al ricercatore ungherese, nel 1937, il premio Nobel per la medicina. Così è ormai confermato che proprio la presenza di questa vitamina preserva l’uomo da infezioni, raffreddori, disturbi cardiovascolari, fino a favorire la circolazione del sangue. E non è tutto: combatte il colesterolo ed i trigliceridi, aiutando, di conseguenza, come nessun farmaco, la funzionalità delle arterie coronariche.

Comunque anche il peperone dolce è particolarmente saporito. La caratteristica della polpa sottile consente, rispetto agli altri tipi di peperone, di essere particolarmente digeribile. Naturalmente cambia il modo di servirlo: il peperone fresco viene solitamente arrostito ma il suo utilizzo si protrae oltre la stagione estiva, si può dire per tutto l’anno, considerato che, certamente non solo nei centri di coltivazione, viene essiccato al sole. Ma i modi di conservazione sono diversi: può essere conservato sott’olio, in salamoia composta da acqua ed aceto, pestato e conservato sotto sale.

Proprio in prossimità di Capo Vaticano, Sesto Pompeo avrebbe battuto Ottaviano Cesare. Ma tracce ancora si hanno nel periodo legato alle scorribande dei saraceni sulle coste calabresi e, successivamente nell’epoca normanna, periodo al quale si fa anche risalire la stupenda cattedrale. Quindi, se si guarda anche alla storia o alla semplice leggenda, c’è una ragione in più perché il titolo di miss Calabria spetti proprio a quella che viene definita “regina” delle gigliacee. L’area interessata alla produzione è quella costiera, adatta alla coltura della cipolla precoce e da consumarsi fresca, mentre i terreni delle aree interne, prevalentemente di natura argillosa e franco argillosa, sono indicati per la coltura della cipolla tardiva da conservare.

Download PDF sample

Rated 4.15 of 5 – based on 44 votes