Dove eravate tutti by Paolo Di Paolo

By Paolo Di Paolo

Show description

Read or Download Dove eravate tutti PDF

Similar italian books

La caduta dell'aquila

Uniqueness delle sue vittorie in Gallia e Britannia, Cesare ha passato il Rubicone e marcia su Roma. consistent with impadronirsi della città sarà costretto a combattere contro los angeles sua stessa gente in battaglie che lo porteranno in Grecia, Asia, Egitto, e in cui dimostrerà ancora una volta los angeles sua grandezza. Da un autore bestseller, gli anni decisivi della vita del grande condottiero.

Il canto degli antenati. Le origini della musica, del linguaggio, della mente e del corpo

L'archeologo britannico Steven Mithen parte da un assunto: los angeles propensione a fare musica è uno dei più misteriosi, affascinanti e allo stesso pace trascurati tratti distintivi del genere umano. l. a. letteratura scientifica ha sottovalutato questo campo di studio, definendo l. a. musica come una tecnologia, un prodotto, creato unicamente a scopo ludico e ricreativo, e non come un adattamento selettivo.

Storia della Corea. Dalle origini ai giorni nostri

Docente di Lingua e letteratura coreana, a lungo residente in Estremo Oriente, autore di un libro di introduzione alla lingua coreana e di uno sulla storia della letteratura di quel Paese, Maurizio Riotto ripercorre in questo quantity los angeles storia della Corea. Partendo dalle stesse mitiche origini della nazione coreana, dal territorio e dalla lingua, l'autore dipinge l. a. grande avventura di un popolo di antica civiltà che, occupando da sempre un posto fondamentale nello scacchiere geo-politico dell'Estremo Oriente, contribuì alla formazione di quella cultura giapponese oggi nel mondo ben più conosciuta e apprezzata.

Extra info for Dove eravate tutti

Example text

Oppure non insegnano niente, perdono autorità e si arrendono davanti ai giochi elettronici. Chiedono di poter imparare dai figli come si manda una mail. Guardano la tv, ripetono le stesse frasi. Non sanno quasi niente delle figlie. Alcuni con gli occhi le indagano e le proteggono. Punivano, mandando i figli a letto senza cena. Sono puniti: a cena i figli non ci sono mai. Si lasciano chiamare per nome. Sanno di sembrare belli e lucenti come le loro macchine nuove, se restano giovani e ricchi. Ma non sanno parlare d’amore.

Pausa. “Vede? Questo pensiero – settant’anni eccetera –, questa posizione se vuole, offre una particolare prospettiva. ” “No, lei non può immaginarlo. ” “Ecco. Figuriamoci se può immaginare. Lo so che cosa sta pensando, che sono vecchio, che faccio discorsi da vecchio. ” “Gliela faccio breve. La sua idea di tesi su Berlusconi è velleitaria e anche un po’ sciocca. Lo sa? Tesi di laurea ne esistono in sostanza di due tipi. Quelle intelligenti – lo studente ha chiaro in testa il suo percorso, procede da sé, ci vediamo alla discussione – e quelle-per-laurearsi.

Entravo in ritardo e non capivo mai su cosa in particolare avesse ragione Torriero, però tendevo ad ammirarlo. Lui e le sue debolezze – il fatto che alle undici e un quarto, cascasse il mondo, scartava pizza bianca e masticando seguitava a parlare con le labbra unte. Un capo politico, ecco cos’era. Ecco la distanza tra Torriero – la sinistra – e Marcotulli, senza elettori, che a ricreazione diceva: le ragazze di sinistra non si lavano, di solito fanno schifo. Lui sapeva discutere di macchine, di locali giusti.

Download PDF sample

Rated 4.99 of 5 – based on 46 votes